lunedì 3 settembre 2012

Parliamo di cose serie!

L'idea era di scrivere sui costi sociali della corruzione, riprendendo un vecchio post di altreconomia.it , in cui si riportava l'audio integrale della tavola rotonda in cui parteciparono Gherardo Colombo, Marco Anone e Umberto Ambrosoli, effettuata il 31 gennaio del 2011, ma lo stupidario letto in questi giorni ci ha fatto cambiare idea e ci siamo voluti far contaminare. Solo un breve accenno ad alcuni dati riportati, tanto per non dimenticarci che le vere tragedie del Paese non sono le pensioni e l'articolo 18.

Il valore dell'economia illegale (nel 2011!) si stimava attorno ai 420 miliardi di euro l'anno. Il 40% prodotto dal sistema mafioso: 170 miliardi di euro l'anno, che è un dato che si ritrova anche nella relazione 2009 della Direzione distrettuale antimafia. Si tratta della somma del Pil di Estonia, Romania, Slovenia e Croazia. La corruzione era stimata intorno ai 60 miliardi di euro l'anno. Per quanto concerne l'evasione fiscale: erano sottratti all'imponibile 50 miliardi di euro di redditi, esattamente il 46% in più del 2009. Questo nel 2011...
Per un attimo possiamo accantonare questi noiosi dati statistici per dedicarci alle notizie vere, quelle che riempiono i giornali e che chiamano lettori.
Colpisce la triste situazione economica di Emilio Fede, che con casa, auto (e autista!) e solo 20 mila euro al mese deve tirare avanti e ben si capisce che abbia a cuore di fondare  il movimento "Vogliamo Vivere"...almeno può sperare in un "onorevole" stipendio. Ma la notizia importante, quella vera è che ritiene che le prostitute guadagnino più di lui....e avremmo desiderato la sua stessa sfacciataggine per rispondergli come postato da un'amica su facebook...
E Grillo? Se sparla e offende è democrazia...se lo fanno gli altri è una minaccia alla sua persona. E' talmente esaltato da pensare di essere così pericoloso? Forse dimentica che abbiamo sopportato 20 anni di Berlusconi! Chissà che non sia una qualche forma di malattia che "colpisce i comici", visto che anche Paolo Villaggio non è da meno, proponendo la cancellazione delle Paralimpiadi perché rappresenterebbero "l'esaltazione delle disgrazie". Si è talmente fantozziato che sorge il dubbio che  sia egli stesso a parlare. Però una considerazione la dobbiamo fare: ha fatto più pubblicità alle Paralimpiadi Villaggio con il suo stupidario che non i giornali che poco o niente hanno detto delle medaglie d'oro dei nostri atleti e dei loro stipendi dimezzati.
E siccome la politica non vuol rimanere indietro e, soprattutto, fedele al motto "che in politica vale tutto e il contrario di tutto" abbiamo tre chicche: D'Alema che recensisce il libro di Veltroni...visto  che poco o niente hanno da dire di nuovo e che è meglio darsi alla scrittura e dimenticare i vecchi dissapori; Matteo Renzi che si candida alle primarie, quando un tempo si lamentava di chi non finiva il mandato per candidarsi; infine  Fassina, che fedele alla nuova e coerente impostazione del Pd dichiara con fermezza "con Sel al voto e con l'Udc al governo"...e Sel che continua a dire di non voler governare con l'Udc! Coerenza e fermezza!
Poteva mancare la Chiesa? Assolutamente no! 
Se la morte del cardinal Martini è stata sbolognata con poche e imbarazzate parole del Papa, perché uomo di vera fede e pericoloso per una Chiesa che ne è priva, non si sono sentite parole di condanna o di vero imbarazzo per Padre Benedict, quando asserisce che molto spesso sono i bambini che seducono i preti...troppo imbarazzante anche per chi scrive accettare una pur minima giustificazione della pedofilia, quando la Chiesa condanna senza una  "possibile assoluzione" l'omosessualità "matura e consenziente".
E che dire del rifiuto della Chiesa dei preti alcolisti e celiaci! Passi per gli alcolisti, ma che senso ha per gli intolleranti al glutine? Forse l'assenza di un tale composto non permette la consacrazione delle ostie? 
Ma ciò che più ci imbarazza e procura terribili dubbi è Vittorio Sgarbi. Secondo il noto critico, chi non conosce i libri di Marra fa parte della "nuova ignoranza". Lo ammettiamo, non conosciamo Marra! Però ci viene anche un'idea...e se lo pagassimo per parlare del nostro blog?
Chissà perché, ignoranti come siamo, ci viene in mente ciò che scriveva Charles Bukowski: "Il problema è che le persone intelligenti sono piene di dubbi, mentre le persone stupide sono piene di sicurezza".







Nessun commento:

Posta un commento

Allora ...amen!

I ll 5 dicembre del 2016 scrivevo il post " Ha perso la sinistra " e mi chiedevo perché avesse perso; soprattutto mi chiedevo ...