venerdì 30 dicembre 2016

Per il 2017 rimanga almeno la speranza

 Hanno massacrato la scuola e la sanità pubblica creando grossi vantaggi a quella privata; hanno disastrato il lavoro livellandolo a “merce” (tanto che la Cassazione ha legittimato il licenziamento da parte dell’azienda per incrementare i profitti…ormai a livello di materie prime!) e non hanno speso un soldo per le politiche giovanili o per sviluppare lavori nuovi che potessero creare speranza e futuro per i giovani, però hanno trovato venti miliardi di euro per “salvare i nostri risparmi”! 

venerdì 23 dicembre 2016

Buon Natale 2017

Buon Natale a chi mi legge con pazienza e pure con un pizzico di compassione; buon Natale a chi è malato e soffre; buon Natale agli anziani, specie se soli; buon Natale a chi scappa dalla  guerra e dalla fame per incontrare gli insulti e gli sputi di stupidi razzisti.
Buon Natale a chi non ha un lavoro e a chi lo ha e combatte per i primi; buon Natale ai giovani in cerca di futuro e ai vecchi che glielo hanno complicato e che combattono per loro.
Buon Natale agli amici e ai parenti; buon Natale ai fratelli e ai conoscenti.
Buon Natale alla mia famiglia.
Buon Natale alla mia più cara amica e buon Natale ai miei vecchi che con lei festeggeranno tra le nuvole.
Buon Natale a tutti e Dio solo sa se vorrei abbracciarvi, ma non voglio dirvi .."spero che il 2017.." ...no...al limite posso augurarvi che possano nascere giovani interessanti e interessati al bene comune...ma per ora è solo una favola per bambini. 
Buon Natale a chi lotta e e cerca di crearsi un futuro!

martedì 20 dicembre 2016

Quando il cervello è in fuga

Ormai va di moda offendere, dire bugie o stupidaggini ma è importantissimo chiedere scusa subito perché è come confessarsi: Giachetti, la personcina arrabbiata per non essere stato capace di convincere i romani di essere migliore della Raggi e, soprattutto, arrabbiatissimo per aver perso un referendum che riteneva già vinto, si sente in diritto di offendere Speranza e come paladino della politica senza volgarità, gli ha chiesto scusa.

sabato 17 dicembre 2016

La politica dei lupi

Ogni giorno mi diverto a leggere su facebook amici sostenitori del renziano “SI” scagliarsi contro il M5S, reo degli stessi reati che hanno colpito da sempre e colpiscono ancora il Pd (renziano o meno!), ma pare che le loro malefatte siano molto più gravi. Mi viene in mente la battuta del “Io lavoro, tu rubi, egli pure, noi ci finanziamo, voi rubate ed essi anche”.

venerdì 9 dicembre 2016

Dai, fondiamo il PD!

Subito dopo il risultato del referendum parlavo con un iscritto del PD e simpatizzante di Renzi (e amico mio!) sugli scenari futuri e cosa sarebbe “realmente” cambiato all’uscita del più giovane e disastroso presidente del Consiglio, sostenendo che la finanza se ne sbatte ampiamente della politica, per cui morto un papa ne costruiscono un altro, anzi, ne mandano avanti un altro (perché sono tutti assoggettati se vogliono governare!) e che banche e borse non sarebbero state traumatizzate dal presunto e paventato tragico evento; da un punto di vista politico ero e sono convinto che Renzi se ne può anche andare, ma che avrebbero messo al suo posto uno degli ometti serventi per mantenere lo status quo e prendere tempo per rinserrare le fila.

lunedì 5 dicembre 2016

Ha perso la sinistra

Stamani, commentando un post di un caro amico, dicevo che era deprimente leggere gli slogan delle due fazioni referendarie…perché di questo si tratta! Perché verso questo si è portato il Paese! Renzi non sarà ricordato come il più giovane Presidente del Consiglio, ma anche colui che ha diviso il Paese ed ha tentato di distruggere il suo partito.

martedì 25 ottobre 2016

Le cadute della sinistra

La giornata non è né bella né brutta, forse ideale per tentare un tragitto che sto evitando da tempo, che scartavo per il troppo caldo, ma in realtà, forse, lo evitavo per la paura di non farcela, oppure semplicemente per rendersi conto di non avere le forze necessarie? Ma se l’ho fatto più volte in un senso non capisco perché ho così tanto timore nel farlo nel senso opposto? Al limite mi fermo, oppure alterno la camminata alla corsa e non casca certo il mondo! O no? O superare i limiti è una necessità? Una esigenza per sentirsi in gamba, per essere forti e per nascondere gli anni? Spesso è l’esagerare che rovina ogni cosa, oltre alla stoltezza di non sapere dove sono i propri limiti!

venerdì 14 ottobre 2016

I ricordi e la verità

Appassionato di corsa (i più direbbero running), soprattutto in percorsi collinari e di campagna, mi imbatto spesso in case coloniche semidistrutte e abbandonate, ma spesso ubicate in posizioni meravigliose, seppur molto isolate, tanto che alcune di loro difficilmente sarebbero scelte ancora oggi come seconda casa.

martedì 11 ottobre 2016

Due parole sui giovani: spero la minoranza

In questi anni ho visto molti ragazzi in cerca di lavoro, di diverse nazioni, religioni e grado di istruzione; di ogni tipo, alti, bassi, magri e grassi, simpatici e meno, spigliati o intimoriti oltre misura; dai comportamenti educati, aggressivi, arroganti o sfiduciati, quasi incazzati contro tutto e tutti, qualcuno anche pronto a sfidare quel vecchio “bastardo” che è messo lì a giudicare… che poi nessuno gli dà il diritto di giudicare… e che si permette di decidere se farti lavorare o meno…senza conoscere, senza sapere niente delle loro storie, solo per quel cavolo di esperienza vissuta…lui che non solo ha avuto la possibilità di farsela, ma che anche ha contribuito a negare, forse rubare, il nostro futuro!

domenica 11 settembre 2016

Direttissima della Val Canale - Rifugio Papa - Strada degli Eroi


Mi avevano consigliato di fare questa camminata, che parte dal rifugio Balasso, tra Ponteverde e Pian delle Fugazze (Valli del Pasubio), e arriva al rifugio Papa (alle porte del Pasubio) inerpicandosi su per la montagna. Un percorso certamente impegnativo, ma che vale la pena fare e godere.

lunedì 25 aprile 2016

25 Aprile...modello "famolo strano"!

Dopo mesi e mesi senza scrivere, non potevo certo esimermi da scrivere due parole sul 25 aprile...oddio...potevo anche ma non avevo voglia di farlo!  
E' un 25 aprile strano, che il giocoso e irruento  Mattarella dedica ai Marò...forse qualcuno del suo entourage ci spiegherà nei prossimi giorni cosa c'entrino i due militari!
E' un 25 aprile che ci dice che non è servito a niente...forse a poco...il sacrificio di molti se poi ci si trova questa classe politica che senza armi sta facendo più danni dei tedeschi durante l'occupazione.

venerdì 1 gennaio 2016

BUON ANNO A TUTTI

Buon anno a tutti.
Auguro ad ognuno di voi un 2016 ricco di desideri esauditi.
Un augurio speciale agli anziani, a chi non ha nessuno che glieli fa, a chi è malato e chi ha chiuso il 2015 in difficoltà.
Auguri a chi ancora mi legge, pur avendo scritto poco e male;  a chi crede, come me, che sia possibile cambiare, ma se si ricostruisce una sinistra credibile, onesta e di "sinistra"!
Auguri a tutti gli italiani che finalmente non credono nei maghi e negli imbonitori, anche se fiorentini o genovesi e, tanto meno, ai razzisti e ai Salvini. 
Auguri a chi crede che il futuro non glielo regaleranno gli altri...ma che se lo dovranno prendere e conquistare.

AUGURI A TUTTI


Allora ...amen!

I ll 5 dicembre del 2016 scrivevo il post " Ha perso la sinistra " e mi chiedevo perché avesse perso; soprattutto mi chiedevo ...