mercoledì 15 agosto 2012

Buon ferragosto agli anziani

Il terrazzo della nuova casa da su un piccolo parco, al cui fianco si trova una casa per anziani e un accesso facilitato ne concede l'utilizzo. Da due giorni notavo una vecchia signora seduta su una panca, che parlava da sola: non capivo ciò che diceva, ma pareva rispondere a qualcuno che le faceva domande. Il primo giorno ero convinto che parlasse al cellulare, ma mentre accudivo le piante mi resi conto che parlava da sola. Il secondo giorno la stessa cosa.
Stamani, ferragosto, con la scusa di portare il cane a fare una passeggiata, sono andato nel parco e mi sono avvicinato; l'ho salutata e le ho chiesto come stava e in un'ora mi ha raccontato la sua storia! Neanche una pausa e non ricordo se abbia fatto qualche respiro.
Una voglia di parlare e di raccontarsi incredibile; una rabbia mal celata e tanta amarezza. Soprattutto, tanta solitudine. Anche questo è il ferragosto! La figlia al mare, la nipote che non vede da mesi e il genero che non la vuole in casa. No, non è  solo ferragosto, è una vita assurda! Certo, anche della vecchia signora, ma non è da meno la vita di quel genero  e di una figlia che si zittisce la coscienza mettendola al sicuro in una casa di riposo, avendo la libertà di vivere bene la sua vita. Memoria corta di chi dimentica i sacrifici fatti per farla crescere, per darle una posizione, per farla diventare medico. 
Loro parlano con amici e fanno cene in compagnia e la vecchia signora, invece, parla da sola, immaginandosi di raccontare alle amiche dello stesso destino la bella casa della figlia, l'agiatezza in cui vivono e  quanto sia bella la nipote. Anche questo è ferragosto!
Penso a mia madre novantenne, che sono andato con immenso piacere a prendere per trascorrerci le ferie insieme, e penso a quante donne e uomini anziani sono soli e mi chiedo dove sia la dignità!
I vecchi sono la nostra storia e noi dovremmo essere la loro memoria...dovremmo!
Non so se sia stato mio padre, ma qualcuno mi disse un volta "ciò che fa un genitore per dieci figli, non fanno dieci figli per un genitore"...forse sarà anche esagerato, ma non poi così tanto!
Ormai è sera e il ferragosto è trascorso, ma auguro alle persone anziane una lunga e felice vita da nonni...magari senza l'agiatezza delle case di riposo, sempre che abbiano fortuna di averla, ma con un tozzo di pane e tanta, anzi, tantissima compagnia dei loro cari. 
Su facebook e sulle mura di ogni città si esorta a non abbandonare i cani, che considero un crimine, ma "sistemare" la vecchia in una casa di riposo e portarsi il cane dietro ha qualcosa di sbagliato...forse sarebbe stato più giusto il contrario, o, meglio, portare entrambi con se sarebbe stata la cosa più giusta! Chissà che non sia arrivato il momento di risvegliare la sensibilità delle persone disattente a non "abbandonare gli anziani"!

Nessun commento:

Posta un commento

Allora ...amen!

I ll 5 dicembre del 2016 scrivevo il post " Ha perso la sinistra " e mi chiedevo perché avesse perso; soprattutto mi chiedevo ...