martedì 7 maggio 2013

Reazione civile!

Quando Berlusconi dice "Dobbiamo collaborare, basta guerra civile", cosa intende? E quando afferma che la sinistra (sic!) trova difficoltà a colmare il vuoto (odio!) che si è creato in precedenza...o ci prende in giro oppure ritiene che siamo degli ominidi con l'anello al naso.
 
Innanzi tutto di che sinistra sta parlando? Che gli devono ancora dare perché si senta appagato? Ormai gli rimane di diventare senatore a vita e con quello che sta succedendo con le nomine...sarebbe da meravigliarsi? A meno che, uomo di spettacolo, non si sia convinto veramente che abbia reali meriti per diventare un "Padre Costituente"! Berlusconi deve molto alla sinistra-simil-destra: la sua fortuna politica (mediocrissimi oppositori), la sua fortuna economica (gli hanno sempre concesso tutto!), concedendogli, tra l'altro, di non  fare una legge sul conflitto di interessi (D'Alema docet...e gli altri pure!).
Volevo scrivere un post sul Pd e avevo letto articoli e post, preso appunti, copiato link, confrontate le dichiarazioni dei vari attori, da Bersani a Civati, da Chiamparino a Renzi, da Barca a Reichlin...ma che senso ha? Perché perdere tempo con un partito che non c'è e che non vuole esserci? Non è casa mia e non potrà mai esserla!
Il Pd (o il centro-sinistra in generale) ha avuto la fortuna, in questi vent'anni, di essere sopravvissuto grazie allo stato perenne di allerta: prima Berlusconi, poi "così vuole l'Europa", quindi "non ci sono alternative di governo per far fronte alla crisi". Ha sempre avuto bisogno di un "pericolo imminente"...non è mai stato in grado di essere coeso in un progetto che lo portasse avanti agli altri partiti di un solo passo...Bersani addirittura è arretrato di mille! Oggi sono a livello di prostituzione.
Chiamare l'attuale governo a "conduzione Pd" è una barzelletta simile a quelle raccontate da Berlusconi nei suoi tempi peggiori...anzi...addirittura le sue erano migliori. Questo governo è la prova conclamata che il "peggio" in politica non è raggiungibile! 
Il nuovismo presentato da Letta consisteva in ministri giovani o, almeno, che non avessero avuto mai incarichi: su diversi si è dimenticato del merito e della qualità e opinionisti più preparati di me hanno giustificato le scelte come conseguenza delle logiche di spartizione. Ammesso che la politica sia "anche" questa cosa, mi chiedo come sia giustificabile che al ministero della Sanità ci sia l'on. Beatrice Lorenzin (Pdl), con un diploma di Liceo Classico e come sottosegretario l'on.Paolo Fadda (Pd), con un diploma Magistrale: il medico più sciagurato che conosco, al di là degli anni di laurea, ha anni e anni di specializzazione vera e "sfruttamento paraspecialistico". Ce ne sarebbero altri sui quali discutere, ad esempio sul ministro dell'Agricoltura, on. De Gregorio, ma è solo buttare sale sulle ferite. Ma c'è una cosa che vorrei chiedere al Pd "perché tutti i ministeri più importanti e strategici sono andati al Pdl?"...forse non avevamo personaggi adeguati? Oppure dovevamo pagare profumatamente il "governo a conduzione Pd" con una blindatura di Berlusconi dai suoi processi e interessi? 
Questo governo ha fatto molto di più di tutti gli altri...ha aggiunto la falsità!
Ha aperto la porta ai "giovani" e ai "nuovi", spalancando le finestre ai soliti noti o a personaggi impresentabili nelle cariche di vice-ministri e sottosegretari: ad esempio Santelli, Micciché, Vicari (la signora che durante le votazioni girava con la maglietta con su scritto "Il diavolo veste Prodi") e Biancofiore. Addirittura a quest'ultima era stata data la delega alle Pari Opportunità (...purtroppo qualcuno nasce con una natura diversa che non ti fa vivere bene") dando immediatamente prova di assoluta inadeguatezza...ma non le sono state chieste le dimissioni...no...è stata spostata alla Pubblica Amministrazione!
Ma il massimo è stato raggiunto nelle Commissioni, sono state sistemate le mummie di un tempo, gli amici fedeli, gli amici degli amici, i cavalier serventi e i "marpioni" di tutti gli schieramenti: Cicchitto, Vito, Boccia (non bastava la sua donna!), Capezzone, Galan, Damiano, La Russa, Finocchiaro, Casini, Matteoli, Formigoni, Sacconi...persino Razzi, che non sa parlare neppure l'italiano, è segretario della Commissione Esteri del Senato! 
Sorge spontanea una domanda: ma con questi presidenti di commissione...ma i giovani e i nuovi del governo Letta...che faranno? 
Ma i prossimi giorni ci regaleranno ancora delle sorprese, perché a Berlusconi dovrebbe andare la presidenza della commissione Giustizia (Nitto Palma?) e quella dei Lavori Pubblici di Palazzo Madama, che ha la competenza sulle Comunicazioni (Paolo Romani?).
E il senatore Corradino Mineo, persona seria, ma forse ingenua, lo ritiene un insulto per chi pensava ad una politica diversa. Ma dove vivono questi signori che si meravigliano delel indecenze di ogni giorno! Ci sono ancora commissioni da sistemare...c'è la proposta di Daniela Santanché alla vicepresidenza della Camera...Copasir...dai!...ne abbiamo ancora di cose da dover digerire!
Gli italiani sono veramente strani. Berlusconi ha, di fatto, imposto l'IMU...ora lo vuole togliere...minaccia ogni giorno il governo...perché? Perché togliere l'Imu, quando sarebbe bastato legarlo al reddito? Due giovani sposi che pagano il mutuo con il sangue non dovrebbero pagarlo...ma Brunetta e Berlusconi, certamente! Eppure gli italiani corrono ancora dietro ad un uomo che lo sventola solo per i propri interessi: soprattutto lo utilizza a scopo elettorale...lui ha fatto il possibile...ma i "comunisti" non glielo hanno permesso! Lui, che detta l'agenda al Governo, sventola l'IMU come ricatto...e i suoi processi rimangono a Milano...strano no? 
Dopo vent'anni di Berlusconi e il dispiacere di Monti meritavamo qualcosa di più. Molti di noi hanno creduto di poter dare una spallata a tutto questo votando (pur con naso turato!) per Bersani e ciò che abbiamo ottenuto è la distruzione del Pd...e pensare che Renzi lo vorrebbe più liquido...più di così?
Certo, per la sinistra non è un buon momento, perché se il Pd è all'orazione funebre, si è da poco assistito alla sepoltura di Rivoluzione Civile: Azione Civile (il movimento di Ingroia), Verdi, Movimento Arancione, Prc, Pdci, Idv e rete 2018 hanno deciso di sciogliere l'avventura catastrofica di Rivoluzione Civile ed ognuno di loro tornerà nel proprio recinto/eremo a riflettere sui massimi sistemi. Ma quello che mi ha colpito veramente è l'esame filosofico di Ferrero: "Per la prima volta nella sinistra italiana, invece di litigare, abbiamo preso di comune accordo la decisione di scioglierci". 
Mi scusi Ferrero, ma di cosa o su cosa dovevate litigare? Avete fallito. Punto!  Lo scioglimento era un atto dovuto! Siete solo dei ridicoli figuri che non avete il minimo di dignità di porvi una semplicissima domanda: dov'è che abbiamo sbagliato? Perché? Quindi, come tutti i segretari di partito, dovevate dimettervi! Lasciate il posto a giovani molto più interessanti di voi e che dicono anche cose interessanti, oltre che sensate. Non c'è più bisogno di voi!
La speranza è che qualche ex Pd, che sappia ancora che vuol dire "sinistra", che Sel, ripresasi dallo sbandamento bersaniano, e che giovani di sinistra, sempre più lontani dai movimenti o partiti ormai mummie, sappiano guardare alle esigenze della gente e che abbiano l'intelligenza di trovare comuni intendimenti per una necessaria, improcrastinabile e urgente iniziativa a costruire una casa dove la priorità assoluta sia la vita dignitosa per ognuno...attraverso una pacifica, ma dirompente, Reazione Civile!







Nessun commento:

Posta un commento

Allora ...amen!

I ll 5 dicembre del 2016 scrivevo il post " Ha perso la sinistra " e mi chiedevo perché avesse perso; soprattutto mi chiedevo ...