venerdì 5 aprile 2013

Caro Fo...grazie del passato!

Dario Fo ha dichiarato di non sapere che cosa consigliare al M5S, ma chiede loro di stare fermi e di non partecipare a nessun inciucio, perché è meglio stare ai bordi del precipizio piuttosto che farsi trascinare infondo.
Anche il M5S ha i suoi "inutili saggi"...non solo Napolitano!
Dal bordo del precipizio si ha un'ottima visuale per osservare chi cade e, soprattutto si ha la possibilità di fotografare bene la strage procurata.

L'antico giullare è come il passante che si limita a riprendere con il cellulare il pestaggio di un vecchio barbone ad opera  di annoiati giovanotti e non importa se lo massacrano fino alla morte...è determinante riprendere ogni cosa...è bene documentare per una circostanziata successiva denuncia. Il video fa notizia, forse più del crimine in se! Per i giornali e i blog il vero eroe è il cittadino che "sprezzante del pericolo" e mettendo a rischio la propria incolumità (magari dietro un muro o da una finestra!) ha fornito un documento per il lavoro della polizia. Non importa se per il  buio o perché ripresi da dietro non si vedono le facce...ma si...l'importante è avere la notizia, far girare il video...basta lo scoop...sono scene che fanno notizia...il morto diventa una comparsa...è il video il vero attore! Un tempo l'eroismo era qualcosa di diverso, ti obbligava comportamenti generosi e forse anche un po' folli, come entrare nella mischia a difendere gli inermi. Oggi, per quanto accuratamente camuffata, prevale la vigliaccheria.
Quindi, grillini, guardate, osservate la morte ed eroicamente/vigliaccamente denunciate il colpevole. 
E' proprio vero, la ribalta stanca, riesce a logorare anche i grandi, tanto da rendere sfocati i confini fra il teatro e la vita, rendendo ogni cosa un "mistero buffo": chi comanda non soffre, a diversità dei comandati , ossia milioni di persone  in balia di sciagurati e cialtroni strateghi del potere, di cui il M5s, con i suoi padroni, oggi ne fa degnamente parte.
Certo, i grillini ci tengono a precisare che non è da addebitare a loro il dramma che sta vivendo il Paese, ma nel momento in cui rinunciano a fare qualcosa e si limitano solo a guardare, di fatto diventano vigliaccamente complici.
Con Bersani poteva essere fatto qualcosa di buono, invece si sta consegnando il Paese in mano alla destra peggiore (chissà quale sia la parte preferita di Grillo!) con l'appoggio della peggior ex Democrazia Cristiana, incarnata da Renzi, Letta e Scalfarotto, nonché gli ex falliti del Pd, come Veltroni.
Anche un Nobel può dire scempiaggini (e non solo noi poveri mortali!), fare errori di valutazione, avere insensati sbandamenti, ma è inconcepibile, per la sua passata storia personale, che possa tollerare un movimento i cui padroni non tollerano i "pensanti", ma solo "uniformati e servili esecutori". E' follia che l' "uno vale uno" solo se allineato al capo. Oggi, lo chiami come vuole, ma un tempo lo avrebbe dichiarato "fascismo"!
Sicuramente riuscirete a far vincere Berlusconi e il suo alter ego fiorentino, ma voi perderete una montagna di voti, perché le persone non dimenticano e vi faranno pagare la vostra incapacità, citrullaggine e viltà. Quando padron Grillo dice che nell'ipotesi di inciucio la gente prenderebbe i bastoni, dimentica che potrebbero essere utilizzati anche contro di lui. 
Caro Fo, per quanto consideri poco il suo presente, Le devo tanto per il suo passato...ed è per quest'ultimo che ancora la ringrazio!

Nessun commento:

Posta un commento

Allora ...amen!

I ll 5 dicembre del 2016 scrivevo il post " Ha perso la sinistra " e mi chiedevo perché avesse perso; soprattutto mi chiedevo ...